Cosa vedere a Torino

0
40
cosa vedere a torino

Situata nel nord Italia e capoluogo della regione Piemonte, Torino è una città nota per la sua produzione di cioccolato e per la Fiat. Come prima capitale d’Italia, la bellissima città è caratterizzata da una splendida architettura, da un lato industriale e da un passato reale.

A offrirle un tocco magico, ci pensano le cime innevate che fanno da sfondo ai tetti delle case. È una città con una storia importate, spesso snobbata sia dagli italiani che dagli stranieri.
Ecco perchè ho deciso di realizzare questa breve guida sulle migliori cose da vedere (e fare) a Torino!

Se stai pensando di vedere molte attrazioni e monumenti mentre sei in città, considera l’idea di prenotare la Torino+Piemonte Card: 2 giorni, che include musei, monumenti, mostre, fortezze, castelli e residenze reali.

Alcune curiosità sulla città di Torino

Torino è la città in cui nacque l’aperitivo!
Se anche tu ritieni l’aperitivo una delle migliori invenzioni dell’ultimo millennio, allora non puoi perderti una gita a Torino, la città in cui questo momento di convivialità prese vita negli anni ’20.

Diversi marchi famosi, tra cui Martini Rosso e Gancia, trovano le loro radici nel capoluogo piemontese. Molti credono addirittura che il Vermouth sia stato inventato proprio a Torino nel XVIII secolo.

Torino è una delle città della magia!
Torino è considerata città della magia, un luogo dove si alternano energie positive ed energie negative. Secondo la tradizione, infatti, il capoluogo sarebbe uno dei vertici dei due triangoli magici: da una parte quello di magia bianca, insieme a Praga e Lione, e dall’altra quello di magia nera, con Londra e San Francisco.

Per questo motivo, in città, alcuni monumenti e luoghi spesso inseriti negli itinerari turistici sarebbero ricchi di riferimenti e simboli legati a quest’arte misteriosa.

La città del cioccolato!
Il gianduia nacque qui nel 1806, quando Napoleone bandì tutti i prodotti provenienti dalla Gran Bretagna e dalle sue colonie e i cioccolatai torinesi dovettero trovare un’alternativa al cacao, sempre più difficile da reperire, e scelsero la nocciola tonda gentile delle Langhe, oggi prodotto IGP. Dalla crema al cioccolatino il passo fu breve. La prima azienda a crearlo fu la Caffarel, che presentò il suo nuovo prodotto durante il Carnevale del 1865. Il suo nome deriva dalla maschera torinese che lo distribuiva alla folla: Gianduja.

Non solo gianduiotti: a Torino nacquero anche i cremini. L’idea fu di Ferdinando Baratti, uno dei fondatori, insieme a Edoardo Milano, del celebre Caffè Baratti & Milano (un altro locale storico della città).

Se volete approfondire questo aspetto, potete partecipare a uno dei tanti tour organizzati in città, come quello del cioccolato, il tour delle pasticcerie torinesi o il tour privato di 2 ore con degustazione.

Cose da vedere a Torino

  • MUSEI

Torino è una città ricchissima di musei che spaziano dalla storia all’arte, dalla scienza allo sport. In questo post vi suggerisco quali non perdere durante il vostro viaggio e condivido le informazioni e i link utili per scoprirli.

cosa vedere a torino

MUSEO EGIZIO – uno dei più importanti e famosi della città ed è considerato uno dei 50 musei più belli del mondo. Qui per tutte le informazioni relative al sito.

MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA – Inizialmente allestito a Palazzo Chiablese, oggi il museo si trova all’interno della Mole Antonelliana e dal 2006, anno nel quale fu completamente rinnovato, è considerato uno dei più importanti a livello nazionale e uno dei maggiori al mondo nel suo genere.

MUSEI REALI – uno dei principali poli culturali della città e si sviluppano all’interno del Palazzo Reale, che dal 1997 fa parte del sito UNESCO delle Residenze Sabaude. Il complesso museale è composto da otto aree differenti — compresi i Giardini Reali — che ospitano collezioni preziosissime che spaziano dall’archeologia alla pittura, dall’arredamento alle armi antiche.

MUSEO NAZIONALE DEL RISORGIMENTO ITALIANO – allestito all’interno di Palazzo Carignano, anch’esso parte del sito seriale UNESCO delle Residenze Sabaude e luogo natale di Vittorio Emanuele II di Savoia, oltre che sede del primo parlamento del Regno d’Italia.

PALAZZO MADAMA – Complesso architettonico che racchiude in un unico luogo il lungo passato di Torino, dall’epoca romana a oggi, ed è per questo che è stato ribattezzato dal poeta e scrittore Guido Gozzano “la casa dei secoli“.

MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile che racconta la storia, l’evoluzione e le tematiche sociali legate alle macchine.

Ma non solo, ci sono anche Camera – Centro Italiano per la Fotografia, la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea (GAM), Infini.to – Planetario e Museo dell’astronomia e dello spazio, il Museo d’arte orientale (MAO) e quello di arte urbana (MAU) e il Museo Lavazza; solo per citarne alcuni. Trovate tutte le informazioni su Turismotorino.org.

  • PUNTI PANORAMICI

cosa vedere a torino

LA MOLE ANTONELLIANA – Che si visiti il museo o meno, per ammirare Torino dall’alto si può salire fino in cima alla Mole con un biglietto apposito, scegliendo se seguire i 573 gradini o se salire a bordo dell’ascensore panoramico che vi porterà fino a quello che è chiamato “Tempietto” in pochi secondi. La terrazza si trova a 85 metri d’altezza e vi garantisce una vista a trecentosessanta gradi sulla città, vi consiglio di non perderla

BASILICA DI SUPERGA – capolavoro barocco realizzato da Filippo Juvarra e uno dei simboli della città. Il biglietto per l’accesso alla cupola costa 3,00€ con tariffa intera e 2,00€ con tariffa ridotta; è gratuito per i possessori dell’Abbonamento Musei, della Torino+Piemonte Card, Royal Card e per i bambini sotto i 12 anni.

PALAZZO MADAMA – nato come porta orientale della Torino romana e trasformato in castello fortificato nel Medioevo, oggi ospita, oltre alle mostre temporanee, il Museo Civico di Arte Antica e numerose opere che spaziano dal Gotico al Barocco passando per il Rinascimento.
Suddiviso su quattro piani, di cui uno interrato, il palazzo è affiancato anche da un’antica torre panoramica che permette una vista a trecentosessanta gradi. La salita alla torre è compresa nel biglietto del museo e il costo è 10,00€ (8,00€ con tariffa ridotta).

MONTE DEI CAPPUCCINI – il monte, con la sua terrazza panoramica, si può raggiungere comodamente a piedi dal centro città (sono circa 15 minuti da Piazza Vittorio Veneto), ma in alternativa è possibile salire a bordo del bus numero 53 e scendere alla fermata “Cappuccini”. Se viaggiate in auto, potete arrivare al piazzale in macchina.

Tra gli altri posti, il Turin Eye, il pallone aerostatico frenato più grande del mondo e che vi permette di salire fino a 150 metri d’altezza; il Grattacielo Intesa San Paolo con il suo ristorante al trentacinquesimo piano; Villa della Regina, il Parco pubblico di Villa Genero, il Parco di San Vito o il Parco Europa, tutti e tre sulla sponda del Po che ospita anche il Monte dei Cappuccini.

  • VENARIA REALE

cosa vedere a torino

La Reggia di Venaria si trova a circa 10 chilometri dal centro di Torino. Si può raggiungere in autobus dalla città. La visita è possibile dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00, sabato domenica e festivi fino alle 18.30.

Il tour completo costa 25€, ma se volete visitare solo la Reggia e i Giardini l’ingresso costa 16€ per gli adulti, 14€ per over 65, 10€ under 21 e gratuito per i minori di 6 anni.

  • PARCO DEL VALENTINO E IL BORGO MEDIEVALE

Il parco costeggia il Po per circa un chilometro e mezzo, da Ponte Umberto I a Ponte Isabella, ed è facilmente esplorabile a piedi, anche se è facile incrociare persone sui pattini, su biciclette o su risciò, soprattutto lungo le vie più esterne.

Il Borgo Medievale è un viaggio nel tempo all’interno del Parco del Valentino, ma, nonostante lo stile e il nome, la zona fu costruita nel 1884 come Sezione di Arte Antica dell’Esposizione Italiana di Torino.

Questo piccolo labirinto di vicoli ed edifici in mattoni circondato da mura merlate sembra uscito dalle fiabe. È un insieme di case e botteghe che mostrano i paesini piemontesi e valdostani del Quindicesimo secolo e passeggiando si incontrano la ricostruzione di un antico forno, una chiesa che ospita spesso mostre, il laboratorio del maniscalco..

Da non perdere anche il Giardino Roccioso, uno dei luoghi più romantici della città.

  • PIAZZE

Piazza San Carlo
Piazza Castello – Ricordatevi di strofinare il dito mignolo della mano di Cristoforo Colombo per portarsi via un po’ di fortuna!
Piazza Vittorio Veneto
Piazza Carignano

COSE DA FARE A TORINO

cosa vedere a torino

Leggi anche: Ristoranti natalizi a Milano