“Maze Runner- La Rivelazione”: ma ‘sta cura?

1
44
maze runner 3 la rivelazione recensione

maze runner 3 la rivelazione recensione

Dopo un esordio più che promettente e un secondo capitolo parecchio sottotono, la trilogia diretta da Wes Ball chiude il suo cerchio narrativo con un film dal ritmo serrato, incalzante e frenetico. Finisce così una saga young adult dove, tra fughe e sparatorie, a primeggiare è soprattutto l’amicizia.

Il labirinto è ormai un lontano ricordo per i nostri Radunari rimasti. Solo in cinque (…. O forse sei) sono sopravvissuti sino ad ora: Newt, Thomas, Frypan, Minho e Teresa si preparano, su fronti opposti, ad affrontare l’ultima grande battaglia in cui saranno costretti a scegliere se rispettare le regole o perdersi pur di ritrovare sé stessi.

Dopo una prima avventura frenetica e ad alta tensione, il secondo capitolo della saga ci aveva lasciato con un boccone amaro da digerire: il tradimento di Teresa e il rapimento di Minho da parte di W.C.K.D.. L’organizzazione, che un tempo aveva rinchiuso i ragazzi nel Labirinto come cavie da laboratorio, ha ora bisogno del loro sangue per estrarre un siero che possa guarire l’umanità dal virus che sta trasformando tutti in spaccati.

maze runner 3 la rivelazione recensione
Leggi anche: “I sequel da non perdere del 2018

Queste sono le premesse con cui si apre “Maze Runner- La rivelazione”, ambientato un anno dopo “Maze Runner: La Fuga” e slittato di qualche mese dopo un grave infortunio di Dylan O’Brien sul set. In questa pellicola, le quattro mura che un tempo proteggevano e imprigionavano i Radunari hanno ormai lasciato spazio ad un caldo deserto ricco di nuovi e terribili pericoli.

Con una partenza in medias res e un treno da western post-apocalittico, il film mette subito in chiaro che non ha tempo da perdere, che va di corsa e che vuole rispondere ad ogni domanda irrisolta attraverso un’azione frenetica e incessante. Nonostante la durata di 2h 23m il film passa in un battito di ciglia tra colpi di scena e riapparizioni inspiegabili.

Con effetti speciali che vanno scemando in qualità, il film si presenta sicuramente come il più incalzante e vivo della trilogia. Dopo averci raccontato i turbamenti e i disagi adolescenziali con allegorie da romanzo di formazione, l’ultimo capitolo della saga vede protagonisti dei ragazzi cresciuti e sicuri di sé, ormai diventati uomini, che non hanno più paura degli ostacoli della vita ma sono, al contrario, ricchi di rabbia e di voglia di vendetta.

In questo mondo distopico, tratto dai romanzi di James Dashner e caratterizzato da rigide gerarchie sociali che lasciano spazio solo a ingiustizie, disperazione e violenza, non c’è posto per amori teneri e smielati ma solo per amicizie sincere e consolidate. Tra sacrificio e altruismo, il nucleo del racconto è infatti composto da Thomas e Newt che, pronti a sacrificarsi l’uno per l’altro, affrontano fuoco e fiamme pur di sostenersi a vicenda.

maze runner 3 la rivelazione recensione Tra regole serrate, il rischio dell’ignoto e il miraggio della libertà, l’amicizia è messa a dura prova e dolori laceranti fanno capolino nei momenti meno prevedibili. In questa resa dei conti finale, ambientata in un contesto urbano asettico e destinato a crollare, sangue, lacrime e affanno ci trasportano attraverso un climax crescente di emozioni e adrenalina.

Di questa storia, chiara e coinvolgente, sono da apprezzare le ambientazioni mozzafiato e il commovente richiamo finale al primo capitolo. Peccato solo per gli antagonisti monodimensionali, che non reggono il paragone con i protagonisti, e per una rivelazione (quella del titolo) tutt’altro che originale.

Nonostante tutto, Maze Runner, che a differenza di Divergent e Hunger Games chiama a raccolta un pubblico prettamente maschile, si conclude col botto. Molto più avvincente dei finali di altre saghe, riesce a lasciarti col fiato sospeso fino all’ultimo istante, facendoti apprezzare dei personaggi quando è ormai troppo tardi. Con un po’ di rammarico, anche questa avventura è ormai volta al termine.

!GAME OVER!

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here